SITO WEB IN ALLESTIMENTO

Stalking, Molestie, Sostituzione di persona

20Marzo

Sostituzione di persona - art. 494 c.p.

Il reato di sostituzione di persona, ai sensi dell'art. 494 del codice penale, si configura quando "chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all'altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino ad un anno".

La finalità perseguita dall'agente non deve essere necessariamente illecita o economica, quindi si può avere sostituzione di persona anche quando il fine è lecito come quello di conoscere nuove persone sui social network. La sostituzione di persona altrui si configura ogni volta si assume un atteggiamento idoneo a far credere di essere un'altra persona. La sostituzione, così intesa, è sempre illegittima e non va confusa con quelle ipotesi previste dalla legge, come, ad esempio, il caso dell'agente di polizia che assume la personalità di altri per scoprire un reato.

Pubblicato in Stalking, Molestie, Sostituzione di persona

Resta connesso con Avvocato Penale (.net)

Realizzato in conformità degli artt. 17, 17bis, 19 del Cod. Deontologico Forense e nel rispetto del D.Lgs 70/2003 in materia di servizi della società dell'informazione.

Affiliati:
Mobile:


© Avvocato Penale (.net) | La miglior difesa è l'attacco - Tutti i Diritti Riservati.
P.Iva/C.F.: IT06929901004 - Roma | Studio Legale Montagna