SITO WEB IN ALLESTIMENTO

Il  4  settembre 2015, il Governo ha approvato in seconda lettura cinque decreti legislativi che torneranno  ora  in Parlamento per il parere definitivo e la conclusiva approvazione entro fine mese.

Tra le modifiche anche quelle relativeal   regime sanzionatorio di alcuni reati tributari, all'innalzamento delle soglie dei reati tributari minori e quelle relative alle  procedure di riscossione.

Tra gli elementi di novità:

Sulla DICHIARAZIONE INFEDELE: la soglia di punibilità sale da 50.000 euro a 150.000 euro di imposta evasa. Il reato scatta anche quando l’imponibile evaso supera i 3 milioni di euro (prima il limite era di 2 milioni) o comunque il 10% del totale dei ricavi. In questo caso il reato è punito con il carcere fino a 3 anni.

OMESSO VERSAMENTO DELL’IVA: il decreto introduce la soglia di punibilità pari a 250.000 euro per ciascun periodo di imposta. Al di sotto di tale soglia si applicano le sanzioni amministrative.

Tags: avvocato penale roma, avvocato penalista roma, avvocato reati tributari, avvocato evasione iva e irpef, avvocato diritto fallimentare, avvocato reati contro il patrimonio, avvocato reato di falso

Resta connesso con Avvocato Penale (.net)

Realizzato in conformità degli artt. 17, 17bis, 19 del Cod. Deontologico Forense e nel rispetto del D.Lgs 70/2003 in materia di servizi della società dell'informazione.

Affiliati:
Mobile:


© Avvocato Penale (.net) | La miglior difesa è l'attacco - Tutti i Diritti Riservati.
P.Iva/C.F.: IT06929901004 - Roma | Studio Legale Montagna