SITO WEB IN ALLESTIMENTO
  • LA MIGLIOR DIFESA

    È L'ATTACCO

NEWS

Avvocato Penale (.net)

  • I reati con i bitcoin

    I reati con i bitcoin

    quali reati si realizzano con lo scambi di bitcoin?

    Bitcoin in Cassazione Avvocato Studio legale La Corte Suprema di Cassazione torna ad occuparsi nel 2021 della criptovaluta Bitcoin. Che valore hanno dal punto di vista economico i bitcoin? Lo scambio di bitcoin può realizzare il reato di truffa? I giudici di Piazza Cavour avevano già affrontato il tema della natura dei Bitcoin in due sentenze del 17 settembre 2020. In quella occasione la Cassazione aveva ritenuto che i bitcoin potessero essere ricompresi tra gli strumenti finanziari, ciò per la particolare natura della proposta di scambio contenuta in una piattaforma di trading sulle criptovalute. I Giudici avevano infatti scritto: “ la vendita di bitcoin veniva reclamizzata come una vera e propria proposta di investimento, tanto che sul sito ove veniva pubblicizzata si davano informazioni idonee a mettere i risparmiatori in grado di valutare se aderire o meno all’iniziativa, affermando che “chi ha scommesso in bitcoin in due anni ha guadagnato più del 97%”; trattasi pertanto di attività soggetta agli adempimenti di cui agli artt. 91 e seguenti TUF, la cui omissione integra la sussistenza del reato di cui all’art. 166 comma 1 lett. c) TUF. https://www.lidis.it/bitcoin-cassazione
  • reati fallimentari e societari

    reati fallimentari e societari

    i reati delle società come scegliere il miglior avvocato cassazionista di Roma

    Reati fallimentari e societari cosa fare. Sei indagato di un reato fallimentare? hai bisogno di un avvocato penalista? stai cercando uno studio legale specializzato sui reati societari? Cosa dice la Cassazione sui reati fallimentari?
  • avvocato cassazionista penale

    avvocato cassazionista penale

    scegli il migliore avvocato cassazionista penale

    Reati informatici accolto ricorso. La Corte di Cassazione citando la migliore dottrina accoglie  il ricorso dell'avvocato cassazionista. In tema di accesso abusivo ad un sistema informatico, ai fini della configurabilità della circostanza aggravante di cui all’art. 615-ter, comma 2, n. 1, c.p. non è sufficiente la mera qualifica di pubblico ufficiale o di incaricato di pubblico servizio del soggetto attivo, ma è necessario che il fatto sia commesso con abuso dei poteri o violazione dei doveri inerenti alla funzione, di modo che la qualità soggettiva dell’agente abbia quanto meno agevolato la realizzazione del reato. (In applicazione del principio la Corte ha annullato con rinvio la sentenza che aveva ritenuto l’aggravante nel caso di reiterato accesso non autorizzato, da parte di un carabiniere in servizio, ad un indirizzo di posta elettronica privato a mezzo del proprio dispositivo mobile o del computer in dotazione dell’ufficio). www.lidis.it
  • amministratore di società reato

    amministratore di società reato

    i reati delle società come scegliere il miglior avvocato cassazionista di Roma

    Di norma, l’amministratore unico assume maggiori rischi di responsabilità a causa della mancanza di collegialità e di deleghe della gestione sociale e, quindi, della sua maggiore discrezionalità nell’esercizio dei poteri di gestione. Senza dubbio si tratta del più elevato grado di responsabilità previsto per gli amministratori di società per azioni (e di capitali). L’amministratore unico: è il solo direttamente responsabile verso la società (oltre che dei soci, creditori ed altri terzi) senza possibilità di avvalersi della causa di esenzione della responsabilità, ex art. 2392, comma 3, c.c., prevista per la gestione pluripersonale; risponde, tout court, dell’eventuale esercizio di attività concorrente con l’interesse sociale secondo le regole del contratto concluso in conflitto di interessi nella rappresentanza volontaria. La Responsabilità dell'amministratore di società
  • Avvocato Cassazionista come sceglierlo

    Avvocato Cassazionista come sceglierlo

    come scegliere il miglior avvocato cassazionista di Roma

    Il ricorso dell’avvocato Cassazionista in caso di responsabilità della società deve essere attentamente valutato. Il rischio è che la società di capitali possa essere condannata. In partica è forte il rischio che possa essere dichiarata la responsabilità amministrativa degli enti derivante dal reato di lesioni personali aggravate dalla violazione della disciplina antinfortunistica. La Suprema Corte di Cassazione ha analizzato la questione dopo il ricorso in Cassazione dell’avvocato, in materia di violazione delle norme sugli infortuni sul lavoro ha infatti statuito che “in tema di responsabilità amministrativa degli enti derivante dal reato di lesioni personali aggravate dalla violazione della disciplina antinfortunistica, l’interesse, quale criterio di imputazione oggettiva della responsabilità, può sussistere anche in relazione a una trasgressione isolata dovuta ad un’iniziativa estemporanea, senza la necessità di provare la natura sistematica delle violazioni antinfortunistiche, allorché altre evidenze fattuali dimostrino il collegamento finalistico tra la violazione e l’interesse dell’ente” www.lidis.it

Reati Tributari, non più punibili sotto i 150.000 euro

Il  4  settembre 2015, il Governo ha approvato in seconda lettura cinque decreti legislativi che torneranno  ora  in Parlamento per il parere definitivo e la conclusiva approvazione entro fine mese.

Tra le modifiche anche quelle relativeal   regime sanzionatorio di alcuni reati tributari, all'innalzamento delle soglie dei reati tributari minori e quelle relative alle  procedure di riscossione.

Tra gli elementi di novità:

Sulla DICHIARAZIONE INFEDELE: la soglia di punibilità sale da 50.000 euro a 150.000 euro di imposta evasa. Il reato scatta anche quando l’imponibile evaso supera i 3 milioni di euro (prima il limite era di 2 milioni) o comunque il 10% del totale dei ricavi. In questo caso il reato è punito con il carcere fino a 3 anni.

OMESSO VERSAMENTO DELL’IVA: il decreto introduce la soglia di punibilità pari a 250.000 euro per ciascun periodo di imposta. Al di sotto di tale soglia si applicano le sanzioni amministrative.

Resta connesso con Avvocato Penale (.net)

Realizzato in conformità degli artt. 17, 17bis, 19 del Cod. Deontologico Forense e nel rispetto del D.Lgs 70/2003 in materia di servizi della società dell'informazione.

Affiliati:
Mobile:


© Avvocato Penale (.net) | La miglior difesa è l'attacco - Tutti i Diritti Riservati.
P.Iva/C.F.: IT06929901004 - Roma | Studio Legale Montagna