SITO WEB IN ALLESTIMENTO

Articoli taggati con: migliore avvocato per la cassazione a Roma

01Marzo

Avvocato Cassazionista come sceglierlo

come scegliere il miglior avvocato cassazionista di Roma

Avvocato Cassazionista come sceglierlo
Il ricorso dell’avvocato Cassazionista in caso di responsabilità della società deve essere attentamente valutato. Il rischio è che la società di capitali possa essere condannata. In partica è forte il rischio che possa essere dichiarata la responsabilità amministrativa degli enti derivante dal reato di lesioni personali aggravate dalla violazione della disciplina antinfortunistica. La Suprema Corte di Cassazione ha analizzato la questione dopo il ricorso in Cassazione dell’avvocato, in materia di violazione delle norme sugli infortuni sul lavoro ha infatti statuito che “in tema di responsabilità amministrativa degli enti derivante dal reato di lesioni personali aggravate dalla violazione della disciplina antinfortunistica, l’interesse, quale criterio di imputazione oggettiva della responsabilità, può sussistere anche in relazione a una trasgressione isolata dovuta ad un’iniziativa estemporanea, senza la necessità di provare la natura sistematica delle violazioni antinfortunistiche, allorché altre evidenze fattuali dimostrino il collegamento finalistico tra la violazione e l’interesse dell’ente” www.lidis.it

Pubblicato in Diritto Fallimentare, Bancarotta Semplice e Fraudolenta

24Novembre

Reati edilizi cosa fare e come difendersi

hai fatto un abuso edilizio e ti vuoi difedendere?

Reati edilizi cosa fare e come difendersi
oggi ti puoi difendere dall'accusa di reato edilizio ed ambientale un avvocato specializzato ti aiuterà a difenderti in caso di abuso edilizio ed ambientale Testo unico edilizia secondo cui l’opera abusiva è acquisita e demolita con ordinanza del dirigente o del responsabile del competente ufficio comunale a spese dei responsabili dell’abuso, salvo che con deliberazione consiliare non si dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici e sempre che l’opera non contrasti con rilevanti interessi urbanistici, ambientali o di rispetto dell’assetto idrogeologico. Attraverso l’utilizzazione pubblica, quindi, si consente alla pubblica amministrazione di salvare un immobile abusivo che, altrimenti, il privato sarebbe costretto a demolire. È vero che il territorio rimane danneggiato dall’intervento sorto abusivamente ma, secondo i giudici amministrativi, vi è un vantaggio per l’intera comunità che si giova dell’utilizzazione pubblica dei volumi abusivi.
22Luglio

sequestro preventivo e responsabilità della società

cassazione su sequestro preventivo e reponsbilità enti

sequestro preventivo e responsabilità della società
La persona fisica autrice del reato presupposto, ai sensi degli artt. 53 d. Igs. n. 231 del 2001 e 322 cod. proc. pen., non è legittimata a proporre riesame avverso il provvedimento di sequestro preventivo disposto esclusivamente nei confronti della persona giuridica, ai sensi del d. Igs. n. 231 del 2001. E'quanto ha stabilito sesta sezione penale della Corte di Cassazione, che ha confermato in materia l'orientamento delle Sezioni Unite. Queste ultime hanno evidenziato come il complesso normativo delineato dal d. Igs. n. 231 del 2001 "sia parte del più ampio e variegato sistema punitivo ed abbia evidenti ragioni di contiguità con l'ordinamento penale per via, soprattutto, della connessione con la commissione di un reato, che ne costituisce il primo presupposto, della severità dell'apparato sanzionatorio, delle modalità processuali del suo accertamento". Partendo da tali premesse, la Corte ha ritenuto che il reato commesso dal soggetto inserito nella compagine dell'ente, in vista del perseguimento dell'interesse o del vantaggio di questo, è sicuramente qualificabile come "proprio" anche della persona giuridica; tuttavia, secondo la Corte, la responsabilità della persona fisica si estende "per rimbalzo" dall'individuo all'ente collettivo solo a condizione che siano individuati "precisi canali che colleghino teleologicamente l'azione dell'uno all'interesse dell'altro e, quindi, gli elementi indicativi della colpa di organizzazione dell'ente, che rendono autonoma la responsabilità del medesimo ente". segue su www.lidis.it

Pubblicato in Sequestro Preventivo, Conservativo, Probatorio

13Gennaio

Evasione fiscale: no alla confisca per i reati tributari

Cassazione esclude automatismo confisca su evasione IVA e Irpef

Evasione fiscale: no alla confisca per i reati tributari

Non basta aver evaso per vedersi confiscati i beni.

Lo ha deciso la Cassazione.
Sulla base dell’illustrato iter argomentativo, la Corte ha ritenuto di aderire ad un precedente orientamento di legittimità) secondo cui  in tema di misure di prevenzione patrimoniale, il mero status di evasore fiscale non è sufficiente ai fini del giudizio di pericolosità generica che legittima l’applicazione della confisca, considerato che i requisiti di stretta interpretazione necessari per l’assoggettabilità a tale misura sono indicati dagli artt. 1 e 4 del D. lgs. n. 159 del 2011, e concernono i soggetti abitualmente dediti a traffici delittuosi e che vivano abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose; requisiti non automaticamente e necessariamente sovrapponibili all’evasore fiscale, in sé e per sé considerato.
per ulteriori informazioni www.lidis.it

Pubblicato in Evasione Iva e Irpef

[12  >>  

Resta connesso con Avvocato Penale (.net)

Realizzato in conformità degli artt. 17, 17bis, 19 del Cod. Deontologico Forense e nel rispetto del D.Lgs 70/2003 in materia di servizi della società dell'informazione.

Affiliati:
Mobile:


© Avvocato Penale (.net) | La miglior difesa è l'attacco - Tutti i Diritti Riservati.
P.Iva/C.F.: IT06929901004 - Roma | Studio Legale Montagna